Friday, 31 October 2008

All that’s done’s forgiven

Lacrymosa dies illia.
Lacrymosa, dona Eis requiem.
Amen.

In memoria di Matteo, una bellissima voce che mi ha fatto sognare al telefono.
E che, oggi, non mi manca più.

Give what’s worth remembering,
Give what’s worth dying,
Give it all, oh, back for more.
You just give it all, oh, back for more.

(Ps: ho scritto “Lacrymosa” con la Y perché è il nome di una falena, oltre che per la canzone degli Evanescence, per cui non bacchettatemi).


Free my mind,
Heal my scars,
Erase the past:
Dark days to forget
And memories to last
In my heart.

Free me now.


Ho sorpreso un po’ tutti, ieri notte. La Nipota per quarta. Un uomo che odio con tutto me stesso per terzo (che vorrebbe dire “si è risollevato”, eh? Dovrebbe tacere, proprio lui). Una ragazza a cui voglio bene per seconda, cancellando un po’ di incubi e giorni oscuri da dimenticare (cit.). Me stesso per primo: è crollata la mia maschera di ragazzo cattivo ed egoista (ma questo non lo diremo a nessuno, ovviamente), e il lato che ho ereditato dal nonno e dalla mamma è emerso. E sì, anche quello egoista, dopo tutto: se c’è qualcuno che voglio accanto sono disposto un po’ a tutto per tenerlo accanto a me. E io voglio che una persona mi resti accanto, perché il bene che le voglio non cambia per così poco (beh, proprio poco non direi, ma vabbè, in confronto al bene che c’è stato lo è).


Make me forget and forgive.
There’s no use
To go on and live.
Show me a way
To the sun.
H
eal my scars.



E non lo sto facendo perché amo i miei bimbi e per loro sono disposto a tutto. Non lo sto facendo per gonfiare il mio ego. Non lo sto facendo per pietà o carità. Lo sto facendo per amore (beh, “bene velle” ormai, per citare Catullo), perché se non mi aggrappassi alle persone a cui tengo, esse lascerebbero un vuoto nella mia vita, a prescindere dal modo in cui tengo a loro: un fidanzato come una cara amica.

E se davvero due persone si vogliono bene, nulla sarà perso per sempre.

Nothing will be forever gone:
Memories will stay and find their way.
What goes around will come around:
Don’t deny your fears,
So let them go and fade into light,
Give up the fight here.


Oggi sono felice.

Thursday, 30 October 2008

+ c’è

A titolo puramente informativo: sono giunto a Trieste, mi sono sistemato nella camera, sono vivo, sto bene e mi riesco a connettere di già.

Più di questo non ho la forza di scrivere. E domani mi tocca un altro giro per uffici… ._.

Monday, 27 October 2008

Partenza

Domani sono in partenza.

Caricare gli scatoloni in macchina, salutare Murka, la mamma, e poi partire verso Porto Torres e prendere il traghetto: questi sono i miei progetti per domani pomeriggio.

Non sono in vena di dire molto. Solo che non so quando riuscirò a connettermi da Trieste. Se riesco a trovare una rete wireless dalla quale scroccare, o se la casa dello studente ne è provvista e basterà pagare un tot per utilizzarla, sarò subito online. Altrimenti, dovrò stare ai comodi della Vodafone, dato che richiederò una chiavetta. E non so entro quando me la daranno: a Giovanni è arrivata dopo due settimane e più.

Vabbè, cerco di non pensare a questi punti oscuri, altrimenti rischio di avere una crisi respiratoria come l’altra sera, che sono entrato in paranoia perché mi sono ricordato di non aver letto Stonehenge di Kaori Yuki e, quindi, aver finito il volumetto di Gravel Kingdom, dopo che questo era già stato inscatolato.

Per cui, penso che in un modo o nell’altro tornerò online. Penso che avrò tutta la mia musica ed i miei libri. Penso che la Mater verrà a controllare la situazione e che, dato che le farò visitare la città, avrò almeno un minimo sindacale di fotografie da mettere su deviantART anche per novembre. Penso che l’8 novembre c’è il concerto degli Epica. Penso che continuerò a scrivere il mio amato racconto. Penso che, ehi, a proposito, inizierò l’università (EnteroGelmini permettendo). E che, comunque, il mio mondo me lo porto appresso e, senza il peso di un’adolescenza abbastanza disastrosa, potrò costruirmene uno nuovo lì.

Sì, ora sono più calmo. E vado a leggere Ludwig, così mi rilasso.

Thursday, 23 October 2008

Can-can - part 2

L’Italietta è una repubblica pseudo-democratica fondata sulle scartoffie e su decine e decine di documenti che, all’atto pratico, costituiscono uno la fotocopia dell’altro ma che ogni singolo ufficio (anch’esso uno la copia dell’altro, e che potrebbe benissimo essere accorpato in un ufficio unico, se non ci fosse la necessità di dare stipendi astronomici a più direttori invece che uno) si riserva di accettare o meno a sua discrezione, costringendo il povero cittadino pardon, suddito a scarrozzarsi appresso un portafogli strapieno (il che, dopo tutto, ha una sua logica: è vuoto di soldi? Nessun problema, lo riempiamo di documenti, così ti senti la tasca pesante e sei contento).

Tutto questo per dire: alla ASL ho scoperto che per produrre una scartoffia che dichiara che ho rinunciato al medico curante e mi permette di prenderne uno nuovo a Trieste serve il libretto sanitario cartaceo e non la tessera sanitaria magnetica, la quale invece serve solo per richiedere assistenza all’estero, come codice fiscale (seh, come se fossi un cerebroleso che non lo riesce a ricordare a memoria) e per le spese farmaceutiche. (E l’impiegato mi ha anche dato del bugiardo perché sosteneva che al telefono mi aveva detto che serviva il libretto cartaceo quando non ha aperto bocca… spero che l’herpes che ha al labbro gli si diffonda in area genitale durante un tentativo di autosuzione).
Ma porca la trota, non si poteva fare un’unica tessera magnetica leggibile dai loro cavolo di pc che contenga tutte le informazioni necessarie, ah?

Tanto ormai lo si è capito che ogni volta che si necessita di un ufficio pubblico bisogna portarsi appresso la colonna sonora del post precedente, con quel can-can che è l’Italietta.

Can-can-capitolo 19!





A volte, l’ispirazione per il racconto viene fuori dai luoghi e nei momenti più impensati. Tipo il video di sopra col can-can, che mi ha dato l’idea per un episodio che ha fatto concludere con una nota divertente un capitolo che alla prima stesura è risultato forse un po’ troppo scialbo. Inoltre, sono riuscito a rendere Frisson in una maniera davvero spettacolare, avvicinandomi di molto all’originale lottiano.

Se devo essere sincero, però, ambientare un intero capitolo a Parigi è stato più impegnativo del previsto: ogni due righe ho dovuto fare ricorso a Wikipedia, Google Maps e Google Images, ma ne è valsa la pena. L’idea della città l’ho presa dalla canzone di cui sotto:



Caspita, e dire che avevo iniziato la stesura di questo capitolo l’1 Settembre… quasi due mesi per sei paginette di Word non va bene… devo assolutamente tornare in carreggiata!

Wednesday, 22 October 2008

3 del mattino - scoperte casuali

3 agosto 2007

Ho trovato una giocata salvata in tale data in cui Dorian e Dietrich, che ancora si chiamava LouFrancis, giocavano in Locanda, ed era lì presente anche Roker, il quale, menzionato da Dorian, gli ha sussurrato.

Quindi la prima volta che ci ho giocato è stata con Dorian, non con Nocturno.

Monday, 20 October 2008

Epillo

Avvenimenti rilevanti della notte scorsa:

Ho ricevuto una valanga di fav e commenti su deviantART.
• Ho ascoltato la musica.
• Ho partecipato al contest per il meet & greet con gli Epica.
• Ho sognato la bella Simone ed il bel Mark.

Auguratemi di avere fortuna col contest…

…anche se mi toccherà imparare i testi delle canzoni! ç__ç

(cit.)


The dynamic of symmetrical social riots
Can be summed together in broad statements
That one has become blueprint for all,
And all have been reduced to the space of one.


Così, una canzone a caso che sto ascoltando.

Sunday, 19 October 2008

Ludwig

Aschen & Ludwig
Leggere Ludwig 3 di Kaori Yuki nonostante gli spoiler (tanto, motivo più, motivo meno per odiare una persona, ormai tutto fa brodo) è stato estatico, come avevo immaginato. Fra le contorsioni per le risate, le lacrime per le scene drammatiche, i sentimenti contrastanti per vari personaggi, le discese negli abissi delle turbe psichiche umane, è stato il solito viaggio assolutamente affascinante.
Ridendo e scherzando, abbiamo finito con le fiabe ed è ora per Ludwig di giocare sul serio. Inoltre, Lisette mi terrorizza sul serio, perché è un oggettivo ostacolo fra Ludwig e Wilhelm, e io li voglio vedere assieme (o per lo meno, voglio un finale ambiguo che lasci correre la mia fantasia in tale direzione).

Certo è che la Planet Manga sarebbe da prendere a lanciafiamme (o, come dice Gretel, da abbrustolire per benino) per la lentezza estenuante delle sue pubblicazioni: Ludwig 3 è stato pubblicato già ai primi di settembre (sebbene io non sia riuscito a comprarlo prima di giovedì e leggerlo prima di poco fa), e ancora non è uscito il 4. E io che devo fare, ora? Rosicare perché ancora non so il finale?
Mah, Kaori, confido almeno nel tuo buon senso: Ludwig è troppo un pezzo di figo per morire.

Friday, 17 October 2008

Schegge di follia

Dottor Tomoe Essere Belli paga. Cinquanta euro, nella fattispecie scrive:
io credo che rientrerò
il gioco di Dò mi è entrato in stagnazione da quando Frisson è sparito in circostanze misteriose

[ : illusi
on! esserciunmodo ; deveperlasciarmiandare ! ]
scrive:
a
proposito, ma è proprio svanito
?
Dottor Tomoe
Essere Belli paga. Cinquanta euro, nella fattispecie scrive:

non ne ho idea, non mi va di sentirlo

[ : illusion! esserciunmodo ; deveperlasciarmiandare ! ] scrive:

appunto, è svanito
mi ha anche bloccato su msn - senza dirlo, infral'altro, il massimo della carineria
e coooooooooomunque, se tornassimo a giocare non sarebbe male, credo
Dottor Tomoe Essere Belli paga. Cinquanta euro, nella fattispecie scrive:
dipende, mi sa che ha cambiato contatt
se hai [contatto] l'ha cambiato

[ : illusion! esserciunmodo ; deveperlasciarmiandare ! ]   
scrive:

n
o, avevo l'altro infatti
.
Dottor Tomoe
Essere Belli paga. Cinquanta euro, nella fattispecie scrive:

guarda che non entra da secoli, e
non è detto che ti abbia bloccata

[ : illusion! esserciunmodo ; deveperlasciarmiandare ! ]   
scrive:

c
ol nuovo penso di sì, me lo dice la funzione della pulizia lista contatti del plus v.v
     
Dottor Tomoe
Essere Belli paga. Cinquanta euro, nella fattispecie scrive:

ahn

[ : illusion! esserciunmodo ; deveperlasciarmiandare ! ]   
scrive:

a
meno che non mi si è impazzito, non so
u.u
Dottor Tomoe
Essere Belli paga. Cinquanta euro, nella fattispecie scrive:

a
ha cancellato anche me

[ : illusion! esserciunmodo ; deveperlasciarmiandare ! ]   
scrive:

OLÈ

f
amo un festino
XD
Dottor Tomoe
◊ Essere Belli paga. Cinquanta euro, nella fattispecie scrive:

X
lo mettiamo nel nick? *___
Il festino dei bloccati da [Nome]: controlla ed unisciti a noi!

[ : illusion! esserciunmodo ; deveperlasciarmiandare ! ]   
scrive:

m
buahauahua

v
abbene

Risultato?
Nick:
Dottor Tomoe ◊ Il festino dei bloccati da Xxxxxx: controlla anche tu ed unisciti a noi!

Sottonick:
Giocare è semplice! Controlla se ti ha bloccato e metti la frase nel nick!

Tuesday, 14 October 2008

Burn

È metà ottobre, ormai. Il trasferimento è prossimo, e io e mamma abbiamo tirato fuori le ultime cose da fare: i bagagli, qualche foto, ed un piccolo falò.
Così, mentre la prima parte è in progress, questo pomeriggio siamo andati poco fuori Alghero a sbrigare le altre due.

Piccolo servizio fotografico alla fonte del Cantèr, poi in una spiaggetta attigua. Dove abbiamo ammucchiato i brandelli di carta che una volta erano stati i documenti del divorzio, e abbiamo fatto ciò che ci eravamo promessi di fare la sera in cui li avevamo fatti a pezzi: cospargerli di alcool e darli alle fiamme.

You're Only Ashes by *GothicNarcissus
We’ll take our hearts outside, leave our lives behind and watch the stars go out…



A proposito.
Ho una data per il trasferimento:
il 27 ottobre.

Monday, 13 October 2008

Cronaca

Ancona. Ragazzo di 23 anni sale sul tetto del vagone di un treno per fare delle foto, viene colpito da una scarica elettrica e muore.

Che modo stupido di morire…

Anche se bisogna dargli il dovuto: è morto per amore dell’Arte, il che gli rende onore. La sua morte ha tutto il fascino e l’inutilità del martirio.

Friday, 10 October 2008

Varie ed eventuali: manga

Fairy Cube: Ainsel & Ian
Ho appena finito di rileggere Fairy Cube di Kaori Yuki, e non riesco a non sorprendermi ogni volta per quanto sia geniale quella donna. E sì, mi mancavano i vestitini gotici di Ainsel, quelli dark-goth da maschio di Shira (a cui continuerò sempre e comunque a rubare le idee), e a questo giro ho notato pure che Kaito ha una camicia identica alla mia da Gothic Lolito (per cui da oggi è ufficialmente ribattezzata Camicia-Kaito), solo che è chiara. E poi Raven è sempre il solito figo, e tutto il resto. Non mi soffermo a dire quanto amo la storia ed i disegni, perché èssendo di Kaori Yuki, è un capolavoro a priori.
Fairy Cube
è stata la prima opera articolata della Yuki che ho letto (nonché la terza in assoluto, le prime due erano Boy’s Next Door e Kaine), ed avevo comprato i primi due volumi assieme all’albo Angel Cage in una fumetteria di Padova nel giugno 2007, quando ero salito a trovare Giulia (per inciso, anche le prime due opere che avevo letto provenivano da Padova, e me le avevano spedite lei e la Alessandra. E fra l’altro, il terzo volume mi è stato spedito da Cagliari dall’altra Alessandra…).

Ora che ci penso, avrei anche da leggere Stonehenge, sempre della Yuki, ovvero l’altra storia presente sul volume di Gravel Kingdom, che avevo letto la notte prima di partire per Londra mentre lui mi dormiva al telefono. La sfida è prendere in mano il volume e aprirlo, il tutto mantenendo integro il petto.

E dato che siamo in tema, alle cinque faccio una telefonata alla fumetteria di Sassari Town e sento un po’ se hanno Ludwig 3, e magari se è uscito il 4, così li ordino e li vado a prendere e ho un’altra serie finita. Con la scusa, chiedo se hanno il sesto volume di Death Note, che mi si è dis-rilegato fra le dita mentre lo leggevo in aereo andando a Londra, stile metafora della mia vita sentimentale, data la modalità e la tempistica. E, per inciso, non sono più andato avanti con la lettura, nonostante abbia tutti i dodici volumi sopra di me allineati in libreria. Beh, beati loro che sono completi, perché God Child (torniamo a parlare della Yuki) non lo è, mi mancano i primi due. Ma, in fondo, quelli dal 3 all’11 li ho trovati fra Ferrara e Bologna nel periodo in cui non stavo con lui a marzo-aprile, per cui magari la sua assenza mi porta di nuovo fortuna e li trovo da qualche parte! (Questo sarebbe il pensiero positivo rivisto e corretto). E dato che ormai stiamo parlando di tutti i miei manga, non posso non buttare lo sguardo alla schiera di volumi di Angel Sanctuary che, per colpa di quei dannati di Planet Manga, crescono a ritmo miserrimo, un volume ogni due mesi. Così come Nana Collection della Yazawa, uno scaffale sopra. E speriamo che esca presto anche il resto di Viewfinder della Yamane, di cui ho il primo volume, che un po’ di yaoi fatti come si deve fanno sempre bene.

Argh, cosa non darei per andare al Lucca Comics!

Thursday, 9 October 2008

Flashlight, Nightmares and Sudden Esplosions

Will I have flashlights, nightmares and sudden esplosions?

Prendo in prestito un verso di What Else Is There? dei Röyksopp perché si adatta bene a ciò che sta succedendo: dalla finestra del bagno, che da verso sud-est, oltre il Monte San Giuliano (che in realtà è poco più che una collinetta) si vedono strani bagliori rossastri che partono dal basso ad illuminare uno spicchio di cielo totalmente avvolto dal fumo.
Che diavolo sta succedendo?

Sunday, 5 October 2008

I still remember…

I still remember the worl from the eyes of a child.
Slowly, those feeling were clouded by what I know now…
 

Oggi sono triste. O meglio, più che triste sono nostalgico.

Final Fantasy VIII: The Field of Flowers
Mi manca Final Fantasy VIII.


Final Fantasy VIII: Sorceress Edea Kramer
Il quale è stato qualcosa in più che un pezzo della mia pre-adolescenza. Quante avventure, eh, Giovanni ed Eva?

Oh I, I want to go back to
Believing in everything.

Saturday, 4 October 2008

Tema natale

Oggi la Mater, che è appassionata di astrologia, mi ha calcolato il tema natale con gli strumenti più aggiornati di cui dispone. Ne è emerso che ho praticamente metà dei pianeti da una parte del cielo e metà dall’altra, il che spiega perché sono una contraddizione continua. Considerando che dovrei essere il prodotto dell’intrecciarsi di tutti gli aspetti di seguito riportati, che possono manifestarsi anche in maniera alterna, ecco cosa è emerso:

Sole in Gemelli
I Gemelli sono irrequieti, si interessano di varie cose e amano raccogliere informazioni preziose e versatili, pur non andando mai troppo in profondità.
Parlano molto, sono dei grandi oratori e hanno un’ottima dialettica che spesso li aiuta a mascherare i propri difetti e carenze. La loro intelligenza è intuitiva e rapidissima, anche se a volte si dimostrano troppo impazienti nel voler conoscere tutto e in fretta.
Riescono a fare più cose rispetto a quelle che stanno pensando nel medesimo istante e sono appassionati dei giochi enigmistici e di intelligenza.
I Gemelli amano l’aria fresca e fare attività all’aperto; i loro malesseri sono generalmente di origine nervosa e mentale.

Ascendente in Sagittario
L’ascendente in Sagittario è caratterizzato da un forte bisogno di sfida.
Le persone con questo ascendente sono decise e sicure di sé; queste caratteristiche insieme con il loro essere espansivi ed entusiasti li rende affascinanti e accattivanti. Ispirano più gli altri che se stessi.
Sono indipendenti, amano la libertà, i viaggi, appaiono sempre giovani, sportivi e brillanti.
Le sfide intellettuali sono essenziali per loro sia sul lavoro che nella vita personale. Si annoiano facilmente, e se non ricevono i giusti stimoli cadono in depressioni da cui difficilmente riescono ad uscire. I punti deboli sono fianchi, fegato, cosce e gambe.

Sole in Gemelli e Ascendente in Sagittario
Insieme che sottolinea i lati migliori dei due segni: si genera una persona dalle caratteristiche aperte e positive, attiva, in grado di elaborare attentamente progetti di ampia portata. Sarà un individuo che potrà stabilire facilmente dei buoni contatti umani e sociali. Ci sarà amore per i cambiamenti, le cose nuove, il gusto del viaggiare, con intenti esplorativi e non solo per svago, del Sagittario, e il comunicare con gli altri dei Gemelli.

Sole in VI casa
La personalità trova maggiore partecipazione dimostrando abilità, organizzazione, precisione e osservanza delle regole, nella sfera lavorativa. Si è portati maggiormente per un’attività di tipo indipendente; nel corso della vita possono sorgere possibili tensioni interiori e contrasti che possono frenare l’ambizione.

Congiunto Sole - Mercurio
La congiunzione, soprattutto quella entro i 3-4 gradi, dà una intelligenza viva e capace di usare anche il cuore, cioè di partecipare con calore, di mirare a risultati concreti, di cogliere anche l’aspetto vitale e non solo quello intellettuale delle cose.

Trigono Sole - Medio Cielo
Voi sapete cosa volete a livello professionale. Conoscete bene i vostri obiettivi e fate di tutto per raggiungerli. Porterete avanti i vostri progetti fino alla fine. Avrete un buon lavoro e una buona reputazione.

Luna in Sagittario
Con la Luna in Sagittario, la personalità è dinamica, ottimista, avventurosa, che viaggerebbe sempre, ma spesso sa anche accontentarsi delle gioie semplici di una vita tranquilla a contatto con la natura.

Luna in I casa
In questa casa la Luna caratterizza una persona sensibile e ricettiva; stimola inoltre i propri sentimenti, gli istinti e le reazioni.
Determina, inoltre, un fascino personale notevole e contraddistingue in modo principale la figura materna. Possono essere frequenti sbalzi d’umore.

Congiunto Luna - Urano
Il vostro bisogno di libertà in campo sentimentale e familiare è così forte, che resisterete a ogni legame e la cooperazione con il partner e i membri della vostra famiglia diventerà difficile. Avete bisogno di continui cambiamenti.
Il vostro modo di esprimere le emozioni è piuttosto superficialmente e disinvolto, i veri sentimenti, troppo spesso da voi ignorati, finiscono con l’esplodere in un secondo momento. Avete molta vitalità e un grande dinamismo. Siete esuberanti e tenaci.

Mercurio in Gemelli
In Gemelli, Mercurio si trova nel suo domicilio. La persona possiede un’intelligenza marcata, poliedrica con interessi che spaziano in vari settori; la mente è elastica, viva, capace di assimilare due impressioni, o di elaborare due pensieri diversi allo stesso tempo. Nei confronti degli altri si è estroversi, ci si esprime in maniera disinvolta e chiara e si è abili nell’inquadrare velocemente le questioni.
Si ha generalmente un aspetto brillante e una buona istruzione generale, che fondamentalmente non ha preconcetti.

Mercurio in VI casa
La persona utilizza costruttivamente e in modo organizzato le sue energie, grazie ad una intelligenza analitica.
Si riesce ad ottenere una buona posizione se si intraprendono mansioni di ufficio-impiegatizie. Vi può essere interesse verso problematiche concernenti la salute e lo studio delle lingue.

Trigono Mercurio - Medio Cielo
Vi piace avere le vostre idee personali sulle cose, per formarvi una opinione ed affrontare i vostri problemi. Potete definirvi un intellettuale.

Venere in Gemelli
Con Venere in Gemelli, il sentimento è curioso e in un certo senso intellettualizzato; si hanno modi di fare simpatici, gentili e accattivanti ma a volte si è volubili e si affrontano i sentimenti e le relazioni con disinvoltura. Alle origini di una storia d’amore deve esserci comunque una base intellettuale.

Venere in VI casa
L’amore viene associato con il lavoro, dove si svolgono attività piacevoli. Si seguono spontaneamente norme di vita equilibrate, fra affetti, lavoro e quotidiano, salute inclusa.
L’affetto si riversa anche verso il mondo della natura, con particolare attenzione verso gli animali domestici e le piante.

Congiunto Venere - Giove
Siete eccezionalmente generosi e amorevoli, ma richiedete in cambio molto affetto e molti stimoli a livello sociale.
Spesso vi aspettate dal partner anche un sostegno materiale. É un ottimo aspetto per quanto riguarda la vita affettiva e sociale. Vedete l’amore secondo i canoni tradizionali, ed il vostro matrimonio è fortunato, come, del resto, le vostre associazioni.

Opposto Venere - Ascendente
Vi piace eccedere nella ricerca del piacere. Potete frequentare compagnie dubbie o comunque diverse. A volte mancate di buon gusto. Siete spendaccioni, e spendete in maniera superficiale. Cautela nelle amicizie: a volte sono più interessate che sinceri.

Marte in Cancro
Marte nel segno del Cancro si trova in caduta.
La sua energia si manifesta così in modo incostante e non aggressiva e può rivelarsi potente ma discontinua, poiché dipende dagli stati d’animo: può essere dinamica o passiva, inquieta o stabile.
Si è dotati di intuizione particolare e trasporto per la casa o per la famiglia, incluse le lotte e le problematiche.

Marte in VII casa
Il temperamento può essere caratterizzato da una carica di tensione nei rapporti amorosi o con i collaboratori, poiché vi è la tendenza a voler dominare.
La vita di relazione è molto contrastata.

Opposto Marte - Saturno
Vi entusiasmate facilmente per dei progetti di carattere pratico ma, sovente, li abbandonate a causa di qualche ostacolo esterno, oppure per mancanza di volontà, di energia o di fiducia in voi stessi.

Opposto Marte - Nettuno
Questo aspetto aumenta la vostra passione per la musica, per le arti, alla fantasia e per il misticismo, ma indicano anche la mancanza del vostro senso pratico. Alcuni di voi diventano dei rivoluzionari o vi impegnate nel misticismo, in opposizione alla società materialista.
In generale, sacrificate la vostra vita all’immaginazione. La vostra aggressività è bloccata, come anche la vostra intuizione.

Trigono Marte - Plutone
Avete una grande dedizione, siete tenaci e vi coinvolgete emotivamente in tutti i lavori e le attività che fate.
Siete anche ostinati ed è difficile farvi deviare da un corso di azioni che avete intrapreso. L’energia fisica e le forze psichiche trovano qui un ottimo equilibrio.

Giove in Gemelli
Con Giove in Gemelli, le doti espressive e intellettuali sono favorite, facilitando la disinvoltura espressiva. Si ha la capacità di essere versatili in molti settori e si è dotati di un buon equilibrio.
Nel carattere si evidenzia la capacità di mantenere un atteggiamento giovanile fino alla vecchiaia, grazie a una buona combinazione fra una parte matura e una giovane. Un pizzico di ironia e un’allegria di fondo aiutano, infatti, a sdrammatizzare e a cogliere i lati divertenti della vita.

Giove in VI casa
L’energia lavorativa è in risalto e si trarranno soddisfazioni dal proprio lavoro, grazie anche ad un impegno costante e responsabile.
Sono favoriti i rapporti con il prossimo, indipendentemente dal ceto sociale di appartenenza.

Opposto Giove - Ascendente
Non ascoltate quelli che vi sono intorno, siete pretenziosi e eccedete spesso nel mangiare.

Saturno in Capricorno
Saturno in Capricorno si trova nel suo domicilio. La persona è così ambiziosa e riesce a condurre con profitto lavori impegnativi, anche per merito dell’innata disciplina.
Il comportamento è caratterizzato da serietà, praticità e decisione, ma anche da una certa dose di freddezza e calcolo. La personalità è finalizzata alla conquista di mete, che vengono vissute come conquiste.

Saturno in I casa
Il carattere tende ad essere riservato, controllato, che non si scopre facilmente, molto sensibile alle responsabilità e al dovere.
Può essere indizio di una salute delicata soprattutto in età infantile.

Congiunto Saturno - Urano
La determinazione e un duro lavoro si combinano con originalità per fornirvi soluzioni nuove a problemi vecchi.
Avete ideali di democrazia, ma nella pratica siete alquanto autoritari. La razionalità e la forza di decisione strettamente unite possono dare alla vostra personalità fermezza, durezza e determinazione molto pronunciate. I vostri obiettivi vengono realizzati, a volte, senza troppi scrupoli.

Congiunto Saturno - Nettuno
Se riuscite a conciliare gli opposti principi dei due pianeti, la vostra immaginazione sarà disciplinata e i vostri sogni potranno realizzarsi.
Se questo aspetto è ben sorretto, potete avere un ottimo aiuto sia per la fantasia, sia per la logica che potete esprimere, a seconda del segno occupato, in modo molto proficuo in campo intellettuale, creativo, oppure in campo pratico.

Sestile Saturno - Plutone
I vostri scopi sono ben precisi, desiderate migliorarvi sempre e vi impegnate seriamente, anche a livello emotivo, per raggiungere i vostri obiettivi.
Le vostre forze inconsce sono ben controllate dalla razionalità.

Urano in Capricorno
Con Urano in Capricorno, la persona riesce ad avere idee originali in campo scientifico e tecnologico, che le potranno essere molto preziose nello svolgimento del proprio lavoro o dei propri studi.
Si desiderano cambiamenti costruttivi per la propria persona, tuttavia si è riluttanti ad abbandonare completamente la vecchia strada. Le persone nate in questi anni hanno, di norma, un’ambizione molto elevata e cercano il successo.

Urano in I casa
Si avverte un forte bisogno di libertà; si hanno modi di fare anticonvenzionali e l’individualismo è marcato. Si preferisce andare controcorrente e non sottostare a rigide regole o schemi. Per questo motivo, non si subisce l’influenza dell’esterno e si è in grado di distinguere immediatamente tutto ciò che è falso o restrittivo.
L’intuizione è notevole e si è capaci di sviluppare nuove idee e opinioni in tutti i campi che sono ritenuti interessanti.

Congiunto Urano - Nettuno
Questo aspetto indica in voi un profondo desiderio di cambiamenti, che trascendono da voi stessi, nell’ambito di una rivoluzione politica o mistica.
Solo quelli di voi che sono all’avanguardia rispetto alla vostra generazione manifesterà veramente questo aspetto.

Quadrato Urano - Medio Cielo
Non riuscite a portare avanti i vostri progetti fino alla fine. Gli stessi sono molto mutevoli. Non siete previdenti e vi deconcentrate facilmente. Vi buttate nelle cose più che reagire ad esse.

Nettuno in Capricorno
Nel segno di Saturno, Nettuno viene spinto ad applicare la sua carica intuitiva al perfezionamento dell’ambiente e alla ricerca di soluzioni tecniche pratiche. La sua fantasia viene, in un certo senso, strumentalizzata e lui stesso diventa conservatore e rigido, critico, volitivo. La sua natura può però vendicarsi delle costrizioni impostegli dal segno e rifugiarsi nella nevrosi per evadere da una realtà vissuta come troppo soffocante.

Nettuno in I casa
La sensibilità è elevata e si ha potere di immedesimazione.
La fantasia è rivolta verso se stessi e verso la propria personalità e si vorrebbe sempre essere diversi da quello che si è, provocando una sorta di instabilità emotiva.

Sestile Nettuno - Plutone
Gli aspetti tra i due pianeti più lenti del sistema solare si verificano molto raramente, ma durano moltissimo tempo, di conseguenza la loro influenza agisce soprattutto sulle generazioni e può determinare svolte importanti della storia.
Questo transito indica un periodo di enorme interesse per la dimensione spirituale del mondo. C’è desiderio di esplorare le profondità nascoste dell’esistenza e avere esperienze rivelatrici, profonde che, se si è preparati, possono dimostrarsi estremamente illuminanti. Le spiegazioni che il mondo dà per scontate risultano spesso insoddisfacenti.

Plutone in Scorpione
In questo segno Plutone è in domicilio e pertanto è sempre ben collocato. Fecondità, grandi doti, ma la personalità è come assediata da forze occulte, e la sessualità diventa un fattore preponderante. Nel bene o nel male queste persone avranno forti doti magnetiche sugli altri e un grande ascendente.

Plutone in XI casa
Quando Plutone è in questa casa manifesta la sua influenza nelle amicizie che possono rivelarsi non comuni o in qualche modo non facili.
Si può temere un possibile inganno da parte degli amici e per questo si preferisce stare sempre in guardia e non fidarsi mai completamente.

Lilith in Bilancia
Caratterizza una persona molto attenta all’eleganza e al lato estetico della persona che gli sta a cuore.
Non sempre però riuscite a conquistare e a legare a voi chi più ha colpito il vostro cuore a prima vista.
Siete inoltre molto passionali all’inizio, ma perdete questa intensità dei sentimenti abbastanza velocemente.

Cerere in Toro
Indica una persona che si sente a suo agio quando è sazia e coccolata. Può diventare troppo dipendente dagli oggetti materiali, equiparare l’autostima a ciò che possiede e sentirsi poco meritevole se non riesce a far fronte da sé alle proprie necessità. Si prende cura degli altri in modo concreto dando cibo, riparo e stabilità finanziaria. Il contatto fisico è molto importante.

Pallade in Ariete
Con Pallade in Ariete, la persona parte alla carica e punta alla soluzione più rapida.  Entra facilmente in azione per quasiasi necessità e ama la competizione. È un pioniere, innovativo e ricco d’inventiva. Sa come mobilitare l’energia vitale, che sia per una lotta, ispirazione, arte o per guarire. È un buon aspetto per artisti, agopuntori e atleti.

Giunone in Vergine
La persona pone grandi aspettative nel partner, come in ogni altra cosa. Organizza la relazione e si aspetta che rimanga efficiente. Pretende la perfezione e, se il parner non riesce a raggiungerla, può essere eccessivamente critica. Ha un senso di giustizia molto personale.
È attratta da partner efficienti, concentrati nei compiti assegnati e modesti in pubblico. Dà molta importanza alla salute e si aspetta un partner molto pulito con abitudini salutari. Si aspetta stabilità e, in cambio, è fedele e leale fino alla fine.
 
Vesta in Capricorno
È una persona amante della storia che crede nella disciplina e nel dovere. È organizzata e capace di ottenere molto. Si aspetta che gli altri condividano questo impegno. È molto autocritica e, se non raggiunge le aspettative, si sente tremendamente in colpa.
Si sente responsabile ed è pronta a sacrificarsi per il dovere e la sicurezza. Non mette in discussione le autorità fintanto che sente che sono in grado di fare il loro lavoro. È ostinata, brava a pianificare e può diventare un ottimo leader.

Chirone in Cancro 
Chirone in Cancro può sentirsi un perenne estraneo. La persona può sentire di non essere voluta, curata e amata. D’altro canto, è molto materna verso gli altri. È difficile che lasci che gli altri si prendano cura di lei e tende a donare a tutti tranne che a se stessa.
Ha bisogno di imparare ad apprezzare i propri bisogni, aprirsi e accettare l’amore e le cure degli altri: ciò l’aiuterà a sentirsi completa e guarire quella ferita interiore.

Friday, 3 October 2008

Incubi!

Argh!!! Invece che Rosiel nudo nella vasca ho sognato Cristina Scabbia! Ma si può?! Ok, per fortuna non nuda nella vasca, ma è stato comunque traumatico (anche perché non c’è vestito che tenga, una vacca è ed una vacca resta). Basta, da domani si riprende col tintinnio dell’intrappola sogni, che argina questi incubi orrendi!

In compenso, oggi è nuvoloso. Qui il “chiedi e ti sarà dato” ha funzionato. Spero che non piova, così convinco la Mater ad andare a fare le foto.

Deliri insensati, come al solito, del resto

Bene, diluvia di nuovo.
Amo quando diluvia, mi fa ripensare a quando ero piccolo e la notte, sebbene il rumore della pioggia battente mi piacesse, mi rintanavo sempre più nel piumone, accoccolandomi contro il peluche di turno.
 

…and again the rain falls down…
…together with me…

 Sì, perché quando qualcuno decide di rovinarti la vita, lo fa con ogni piccola cosa, con o senza consapevolezza. Nemmeno la pioggia scrosciante riesce ad avere un effetto lenitivo sui miei nervi, molto fastidiosamente a fior di pelle, né sul respiro pesante, né sul cuore che va a mille.
Anche se, in senso strettamente tecnico, mi sto fasciando la testa prima di averla rotta. Ma vabbè, lo si sa, sono paranoico e istrionico and what else is there. Almeno mi sto sfogando un pochino scrivendo, dato che stanotte sono in modalità racconto: on.

Quel che mi infastidisce è che, se può scendere uno scroscio per rallegrare almeno in parte il mio umore pessimo, perché non può anche tirarmi fuori un bel pomeriggio nuvoloso che mi permetta di andare a fare foto, eh? Se il tempo ha deciso di comportarsi a mio uso e consumo, che lo faccia del tutto, almeno. Ma no, è da metà settembre che voglio andare alla scogliera e fare la benedetta foto col cielo grigio, e ancora non se n’è fatto nulla, e siamo ad ottobre. Tutto ciò è frustrante.

Come, del resto, è frustrante che Nana Collection e Angel Sanctuary Gold debbano uscire ogni due mesi. Ma quei brutti bastardi di Planet Manga non si rendono conto di che tortura sia seguire una storia col contagocce?
E soprattutto, perché un figo della madonna come Rosiel deve esistere solo ed esclusivamente in un manga della Yuki? O, in alternativa, perché non posso essere io un personaggio del suddetto manga e fiondarmi nella vasca da bagno di Rosiel? Eh? Me lo spiegate?

Rosiel nella vasca da bagno. Sbav! *ç*
Forse sarebbe il caso che me ne andassi a dormire, va’. Così magari riusciamo a liberarci di queste brutte occhiaie.
Sinceramente, con tutta la buona volontà, in questo periodo non riesco a trovarmi poi molto bello. Ho il viso smagrito e sciupato, i capelli indefinibili (ma di un bellissimo colore), la pelle semi-abbronzata e grassa come ogni metà autunno e, soprattutto, due occhiaie che sembrano ustioni. Le quali, ovviamente, mi fanno perdere un quarto d’ora ogni volta che devo uscire per metterci sopra abbastanza correttore da farle diventare almeno accettabili.
Cioè, alla fine per quel che me ne frega in questo momento, non è nemmeno un danno troppo grave: niente che Photoshop non sappia risolvere, dato che, fisicamente, le mie uniche aspettative al momento sono fare foto. Ma quando (e se) inizierò ad avere una vita sociale e andare a caccia di partner, potrebbe diventare un problema. Cosa della quale si riparlerebbe, ad ogni modo, non prima del mio trasferimento a Trieste, per cui ora la soluzione Photoshop va più che bene.

Basta ora davvero nanna. Possibilmente a sognare l’uomo perfetto (leggi: Rosiel nudo nella vasca da bagno!).